Un matrimonio pone le basi dell’azienda agricola Ivan Vogric: nel 1932 i nonni paterni si sposarono. Erano vicini di casa e la loro unione comportò l’unione di due piccole imprese coloniali. Negli anni Sessanta la terra viene acquistata dall’azienda e subentra nella conduzione Luciano, padre di Ivan. La viticoltura rappresentava solo un’aspetto marginale della fonte di guadagno. Allora si produceva frutta (300 alberi di ciliegio), verdura e si allevava bestiame. Negli anni Settanta Luciano si indirizza verso la viticoltura e manda Ivan a studiare nella scuola agraria. Nel 1984 Ivan consegue il diploma in viticoltura ed enologia presso l’I.t.a.s. Paolino d’Aquileia di Cividale del Friuli. Nel 1993 Ivan assume le redini dell’azienda subentrando al padre Luciano. In questi anni vengono acquistate alcune proprietà confinanti, i cui padroni hanno cessato l’attività agricola. Attualmente l’azienda si estende su 15 ettari, dei quali 11 sono coltivati a vigneto. Nel 2004 Ivan decide di produrre le prime bottiglie. Sono vini di elevata qualità ed esprimono tutto il fascino del Collio.

Nel 2010 un altro matrimonio segna la svolta: quello di Ivan e Katja, che si sono conosciuti davanti ad un bicchiere di vino. Il comune amore per il vino apporta importanti novità nella realtà aziendale: una nuova sala degustazione, un ritrovo, per accogliervi gli ospiti, dalla quale si possono ammirare i propri vigneti situati al confine con la vicina Slovenia.

L’azienda è composta da 11 ettari di vigneto, di cui 9 intorno al centro aziendale. Giace in lieve pendio collinare del Collio con l’esposizione verso nord. Questa giacitura accompagnata al terreno marnoso (ponca) da un’eccellente freschezza ai vini bianchi. Proprio sui bianchi si è specializzata l’azienda, con un particolare occhio di riguardo al sauvignon. Su 11 ettari di vigneto crescono 40.000 viti. Con un miglioramento fondiario, che è già in atto, tra qualche anno diventeranno 50.000 sulla stessa superficie. Qui si producono circa 700 quintali di uva all’anno. Ciò vuol dire che si punta sull’altissima qualità. La vendemmia è rigorosamente manuale per mantenere la massima qualità. Attualmente nelle bottiglie firmate Ivan Vogrič troviamo il Friulano, Sauvignon, Chardonnay e Cabernet sauvignon come rosso, che matura nelle botti di rovere 2 anni. Nei progetti futuri c’è l’imbottigliamento del Pinot grigio e forse qualche bollicina…